Ritratto

Salvatore Morelli

"Il primo a chiedere la parità dei diritti per le donne".
QUOTIDIANI E RIVISTE

 

Concernenti il patriota, scrittore, politico risorgimentale Salvatore Morelli
e
il libro di Emilia Sarogni

SALVATORE MORELLI. L’ITALIA E LA DONNA”  (prima edizione)
Daniela Piazza Editore
(dal 2004 al 2007)
Cliccare  per leggere l’articolo o il trafiletto

 

“Morelli fu autore del primo libro sistematico sui diritti delle donne, pubblicato a Napoli nel 1861. Emilia Sarogni ne ripercorre il pensiero sociale e politico, ma anche la vita battagliera e romanzesca.” ARTICOLO


State University of New York “Stony Brook”,Long Island, Antonietta Dosi, scrittrice di Storia e Civiltà Romana di Milano:

Recensione della biografia di Salvatore Morelli “affascinante personaggio del Risorgimento, ricco di umanità e di genio, moderno nella visione della donna e del suo ruolo nella società. La vita di Morelli è costruita in maniera originale, alternando capitoli biografici e capitoli di romanzo. Notevole è anche l’acuta introspezione psicologica e la capacità immaginativa con cui la Sarogni penetra nell’animo e nel cuore del suo personaggio per farne emergere, al di là dei dati biografici ufficiali, il mondo interiore più segreto.” forumitalicum

 

“Salvatore Morelli emerge come personaggio di notevole modernità, un esempio di coraggio e coerenza politica.” 

 

 

"La presentazione dei libri su Salvatore Morelli e sul percorso della donna italiana per la conquista dei propri diritti rappresentano un interessante appuntamento culturale di San Benedetto del Tronto, alla presenza di alcune delle massime autorità regionali e comunali."  6febbraio2005

 

"Salvatore Morelli è un affascinante personaggio del Risorgimento, il più grande difensore dei diritti delle donne nel nostro Paese. Alla scrittrice è stato attribuito a Martina Franca il Premio Parnaso per il suo libro su Salvatore Morelli."  14marzo2005

 

Taranto, Tommaso Mario Giaracuni:

“Salvatore Morelli ha attraversato il Risorgimento italiano colmo di passione, con ricchezza di idee e di azioni patriottiche”. Nel suo libro sulla vita di Salvatore Morelli l’autrice ha ricavato significativi lembi del quotidiano umano del protagonista e ci ha consegnato un libro prezioso, che riprende la discussione sul problema femminile e ci ricorda “come la forza delle donne rappresenti la componente essenziale delle risorse umane nel mondo.”  15marzo2005

 

Piacenza, Fausto Fiorentini:

Morelli “aveva la tempra del lottatore che lo portava a resistere sempre”. Il patriota combatte un’intensa battaglia nei primi Parlamenti dell’Italia unificata per la parità di diritti della donna con l’uomo, con quasi un secolo di anticipo sui tempi. Colpisce che sia rimasto a lungo inascoltato. Si tratta del primo politico in Europa a formulare un progetto completo di emancipazione della donna, ma gli stessi italiani hanno preferito dare la precedenza all’inglese Stuart Mill, che ha scritto otto anni dopo Morelli e la cui proposta parlamentare era assai più limitata, poiché concerneva solo il voto per le donne abbienti. La Sarogni utilizza il doppio binario della biografia scientifica e del romanzo documentato, ricostruendo molto bene il personaggio." 

 

Nel presentare alla “Famiglia Piasinteina” la biografia di Salvatore Morelli, lo psichiatra di Torino Annibale Crosiniani ha rilevato l’intuito profetico del patriota pugliese e la coerenza tra pensiero e azione. Lo storico piacentino Fausto Fiorentini ha evidenziato la lungimiranza del personaggio, mentre il giornalista Luigi Galli sottolineava la tempra morale, aperta e altruista del patriota pugliese. La scrittrice Emilia Sarogni concludeva: “Quanti Morelli sarebbero necessari ancora oggi per le strade del mondo.”  10aprile2005

 

Salvatore Morelli, già nell’Ottocento, considerava la donna da un punto di vista moderno e lontano da quelle che erano le visioni retrograde dell’epoca.  14aprile2005

 

“Salvatore Morelli, raccontato in questo libro appassionato, era conosciuto in Europa e negli Stati Uniti come il primo politico impegnato per una completa emancipazione femminile. Fu apprezzato da Mazzini, Garibaldi, John Stuart Mill e tanti altri importanti personaggi della cultura e della politica dell’epoca.”  14aprile2005-2

L’autrice ripercorre con appassionata dovizia storica la vita di un eroe del Risorgimento, Salvatore Morelli, che con spirito indomito e lungimirante lottò strenuamente perché fossero riconosciuti i diritti fondamentali a tutta la popolazione italiana. “Morelli anticipò, dando prova di lucido spirito avveniristico, le più grandi conquiste del ‘900 sui diritti femminili, proponendo già l’indomani dell’Unità d’Italia il voto per le donne.”  27maggio2005

, Anno LXXII, N° 2, aprile-giugno 2005, Firenze, Maria Grazia Parri:

“Fu Morelli a battersi senza alcun distinguo limitativo per la parità dei sessi, dovendo affrontare invece l’ambiguità di molti colleghi del suo stesso Parlamento, una volta presentate leggi di straordinaria modernità. La biografia di Salvatore Morelli, alternata con capitoli di romanzo, è una scelta veramente felice, sicuramente efficace e affabulante.”  aprile-giugno2005

, Cristiana Boggian:

Salvatore Morelli era già convinto nel 1861 che “la donna, istruita e liberata, rappresentasse la leva per rinnovare il mondo.    18ottobre2005

, 5 febbraio 2006, Piacenza, Renato Passerini, intervista a Emilia Sarogni, autrice della biografia su Salvatore Morelli:

"La scrittrice afferma di aver voluto ridare al pubblico italiano questo grande figlio del Risorgimento, nato a Carovigno in Puglia e formatosi culturalmente a Napoli. Si tratta del più grande emancipatore delle donne in Italia e in Europa. Autore anche di progetti per l’istruzione obbligatoria, laica e per entrambi i sessi, difensore dei deboli, federalista, propositore di una sorta di Società delle Nazioni, costruttore di scuole e ferrovie e risanatore di paludi nel Mezzogiorno." 

, quotidiano italiano, Luigi Fontanella:

Giustamente la Sarogni considera Salvatore Morelli il più fervido difensore dei diritti delle donne nella storia del nostro Paese. ”Un libro che si legge tutto d’un fiato e che ti coinvolge fin dalle prime pagine.”  12marzo2006

Presentazione nell’ex Chiesa dei Cappuccini, a Fontevivo (Parma), dei libri della scrittrice piacentina Emilia Sarogni, concernenti l’emancipazione femminile, nonché l’opera e il pensiero di Salvatore Morelli, il più grande difensore dei diritti delle donne in Italia. Il Sindaco rileva: “Siamo orgogliosi di proporre un aperitivo letterario di pregio come quello con Emilia Sarogni, che oggi, qui da noi, presenta i suoi libri: “La donna italiana 1861/2000. Il lungo cammino verso i diritti”, “Salvatore Morelli. L’Italia e la donna”10settembre2006

 

, 4 ottobre 2006, Napoli:

“Morelli, patriota risorgimentale e federalista, elaborò con grande lungimiranza la questione femminile. Fu il primo politico europeo a richiedere in Parlamento la parità dei sessi e il primo scrivere un libro per la completa emancipazione delle donne.”  4ottobre2006

 

, Pasquale Camposeo:

Il Presidente delle ACLI di Carovigno, Michele Lanzilotti, ha organizzato la presentazione, nel Castello Dentice di Frasso, dei  libri della scrittrice Emilia Sarogni: “La donna italiana 1861/2000. Il lungo cammino verso i diritti”, “Salvatore Morelli. L’Italia e la donna”, alla presenza del Sindaco, Vittorio Zizza e di esponenti  della politica e della cultura della città e della provincia. Si parla dell’insigne carovignese Salvatore Morelli, scrittore e parlamentare nelle prime Legislature dell’Italia unificata, strenuo difensore dei diritti delle donne, conosciuto ai suoi tempi  in Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Alla sua morte le emancipatrici americane scrissero che avevano perduto il più grande difensore delle donne e le inglesi  proposero di erigergli un monumento a Londra.  26ottobre2006

, Giuseppe Elia Brandi:

La scrittrice Emilia Sarogni, nell’illustrare a Carovigno, dove nacque, Salvatore Morelli, straordinario patriota del nostro Risorgimento e difensore dei diritti delle donne in Italia e nel mondo, ricorda come ritenesse che per arrivare alla gente fosse necessario conquistarne il cuore e cita un suo pensiero molto profondo:  “Il sentimento è anche intelligenza”.  31ottobre2006

 

, Salerno, Antonietta Dosi, scrittrice milanese di Storia e Civiltà Romana:

“Il grande innovatore pugliese meriterebbe di essere meglio conosciuto in Italia e in campo internazionale. Infatti era stato il primo in Europa, in Occidente e nel mondo a depositare presso un Parlamento (Firenze, allora capitale, 1867) la richiesta di parità di diritti fra uomo e donna. Questo libro della Sarogni sulla vita, sul pensiero e sull’opera di Salvatore Morelli, è un testo da preservare e far conoscere in Italia e all’estero, per non dimenticare quella che fu la battaglia democratica più incisiva degli ultimi due secoli e per restituire, come scrive l’autrice, un personaggio del valore di Morelli al patrimonio spirituale italiano.” 

La scrittrice piacentina Emilia Sarogni sta percorrendo tutta la penisola (contatti anche negli Stati Uniti) per presentare il suo ultimo libro, “Salvatore Morelli. L’Italia e la donna”. La biografia, alternata con capitoli di romanzo, è dedicata al pioniere dell’emancipazione femminile nell’Italia appena unificata, Salvatore Morelli, nato a Carovigno (Brindisi) nel 1824 e morto in miseria a Pozzuoli (Napoli) nel 1880, poiché a quel tempo non esisteva l’indennità parlamentare, introdotta da Giolitti nel 1907.  1novembre2006

, Adriana Dragoni:

“ A Napoli Tinto Brass ha esaltato il fondoschiena come ottima sintesi muliebre. Ma nel frattempo risorgeva, in forma di libro, lo spirito fiero dell’illuminato Morelli, formatosi culturalmente a Napoli: colui che due secoli fa, prima di Stuart Mill, egregiamente difese prerogative e diritti dell’eterno femminino. 

, Brindisi, Pasquale Camposeo:

Proposta della cittadinanza onoraria di Carovigno alla scrittrice Emilia Sarogni per il suo libro, “Salvatore Morelli. L’Italia e la donna”, dedicato all’insigne figlio di Carovigno, patriota, scrittore e parlamentare, padre naturale dei diritti delle donne. La proposta è stata avanzata dal Presidente delle ACLI di Carovigno Michele Lanzilotti, con l’appoggio dell’Assessore alla Cultura della città, Nicola Pepe, convinti dell’importanza del libro, considerata la modernità e l’attualità di Salvatore Morelli, per la società civile e istituzionale, “oggi fortemente coinvolta nel progressivo riconoscimento dei diritti alle donne nelle diverse forme e ai vari livelli”.  17luglio2007

QUOTIDIANI E RIVISTE

 concernenti il patriota, scrittore politico risorgimentale Salvatore Morelli
e
il libro di Emilia Sarogni

L’ITALIA E LA DONNA . LA VITA DI SALVATORE MORELLI. (seconda edizione)

Daniela Piazza Editore

(dal 2007 al 2009)

Cliccare per leggere l’articolo o il trafiletto

 

 

,  Bari, Pasquale Camposeo:

Proposta della cittadinanza onoraria di Carovigno alla scrittrice Emilia Sarogni per il suo libro, “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, in considerazione del lungo percorso che l’ha condotta a riscoprire  il padre naturale e difensore dei diritti delle donne e a dimostrazione dell’ammirazione e apprezzamento dell’intera comunità carovignese.  18dicembre2007

, Brindisi, Lionello Maci:

Presentazione del libro di Emilia Sarogni, “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, presso la Provincia di Brindisi. Si assiste con piacere al risveglio d’interesse per Salvatore Morelli, straordinario politico e intellettuale del Risorgimento italiano. Un libro interessante che è stato oggetto di approfonditi e ricchi  interventi presso la sede della Provincia. 

Lezione di Emilia Sarogni sul tema: “Il lungo cammino delle donne italiane vero i diritti. Il ruolo anticipatore di Salvatore Morelli”.  18febbraio2008

, Ancona, Cornelia Lanzani, Presidente della Commissione provinciale per le Pari Opportunità:

Incontro con Emilia Sarogni, autrice del libro “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”. L’illustre pugliese di Carovigno “è stato il primo parlamentare italiano a sollevare la questione femminile, circa un secolo fa”.  8marzo2008

, Brindisi, Pasquale Camposeo:

Presentazione del libro della scrittrice Emilia Sarogni  “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, in seconda edizione, con la prefazione del professore Luigi Fontanella, Cattedra di Letteratura italiana presso la State University di New York, nella sede della Regione, per iniziativa delle ACLI,  nel corso di un Convegno sul grande patriota e politico carovignese: Salvatore Morelli. Sono presenti massime autorità delle ACLI, della Regione, del mondo del lavoro e insigni docenti. L’iniziativa è stata di Michele Lanzilotti (Presidente delle ACLI di Carovigno). Nel corso del Convegno si ricorda che Salvatore Morelli anticipò con il suo libro, “La donna e la scienza o la soluzione del problema sociale” (titolo definitivo delle terza edizione), di otto anni il saggio di Stuart Mill “La servitù delle donne”. Salvatore Morelli difese anche strenuamente i diritti dei figli illegittimi, che se non riconosciuti erano allora completamente al di fuori della società civile e condusse molte battaglie parlamentari a tutela dei più deboli e per lo sviluppo del Mezzogiorno.  9marzo2008

“Il limite della rivoluzione francese fu quello di essersi fermata davanti ai diritti della donna”, lo disse Salvatore Morelli, pugliese di nascita e napoletano di formazione, che nel 1867 presentò la prima proposta di legge per la parità uomo-donna. A Morelli, figura del Risorgimento dalla vita battagliera e romanzesca, ha dedicato un libro Emilia Sarogni che, in occasione dell’8 marzo, è stata ospite della Commissione Provinciale per le Pari opportunità  di Macerata. Sono stati letti diversi brani del libro da attori marchigiani.  11marzo2008

Brindisi, Cristiana Cimmino:

L’articolo è dedicato alla vita dell’autrice, alla sua attività professionale e letteraria. Racconta come Emilia Sarogni, nata a Piacenza e residente a Roma per la sua lunga carriera di consigliere parlamentare, prima donna nominata direttore in Senato, con la responsabilità del Servizio Affari Internazionali, abbia scoperto Salvatore Morelli, il grande patriota e il geniale pensatore di Carovigno, mentre consultava nella Biblioteca del Senato i dibattiti parlamentari concernenti le donne, sin dall’inizio dell’Italia unificata, per la preparazione della sua storia dell’emancipazione femminile: “La donna italiana 1861/2000. Il lungo cammino verso i diritti”.  11marzo2008

Annuncio della presentazione del libro di Emilia Sarogni “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, presso la Libreria Guida del Vomero, a Napoli, ad opera dell’Associazione Emily Dickinson, presieduta dalla giornalista e scrittrice Carmela Politi Cenere. L’anno successivo, il 23 gennaio 2009, la stessa Associazione culturale napoletana ha assegnato alla scrittrice il Primo Premio per la Narrativa per questo libro sulla vita di Salvatore Morelli, nel corso di una cerimonia tenutasi presso la Circoscrizione del Vomero.  5febbraio2005

, editoriale del direttore Pino Di Maula:

La scrittrice riscopre, attraverso “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, un geniale personaggio del Risorgimento, Salvatore Morelli, che “è stato, non a caso, il primo politico europeo a richiedere a un Parlamento pari dignità per il gentil sesso, quindi, non solo il diritto di voto. Questo moderno, è il caso di dirlo, politico riteneva che per immaginare una qualsiasi rivoluzione culturale o sociale non si può prescindere dal rapporto con l’altro sesso”. Era convinto “che il sentimento fosse anche intelligenza e che la rigenerazione della società dovesse passare attraverso il riscatto della donna. Sarà per questo che poi gli veniva anche naturale battersi per la tutela dei minori, anche quando erano illegittimi, a fianco delle prostitute,  per l’istruzione garantita a tutti i ceti sociali, contro la pena di morte e dei trattamenti degradanti per i detenuti.” 

, Anna Anselmi:

L’articolo è dedicato alla Conferenza della scrittrice piacentina Emilia Sarogni, ispirata ai suoi libri, “La donna italiana 1861/2000. Il lungo cammino verso i diritti” e “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, in Austria, presso l’Università di Insbruck, all’interno del ciclo di incontri “Italia e Italie”, promosso dal Centro Italiano dell’Università.  17dicembre2008

con “La Stampa”, 16 giugno 2009, Piacenza, Renato Passerini:

Intervista ad Emilia Sarogni per illustrare il suo libro “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli”, ispirato al grande personaggio pugliese, di Carovigno. L’autrice informa anche di avere ideato un lavoro teatrale, dal titolo “Salvatore Morelli. Una tragedia italiana”, su questo geniale e drammatico eroe risorgimentale e un romanzo, dedicato al ruolo dei patrioti meridionali nel Risorgimento italiano, che uscirà  in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. 

L’articolo è dedicato alla manifestazione su Salvatore Morelli, organizzata a Cingoli, nelle Marche, presso l’Agriturismo “I Mori”, dalla Presidente del Movimento Italiano Casalinghe delle Marche, Elisa Cingolani, con intervista alla scrittrice Emilia Sarogni per il suo libro “L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli” e con la recitazione di alcuni brani tratti dai capitoli romanzati, ad opera degli attori marchigiani Tiziana Bonifazi e Roberto Flamini.  17luglio2009

, Milano, Claudia Giammatteo:

Nello studio concernente “Le grandi imprese dell’umanità”, trattando dell’emancipazione femminile, la giornalista dedica un inserto all’insigne carovignese Salvatore Morelli, ricordando come fu protagonista, fra i suoi contemporanei, di grandi battaglie per i diritti delle donne, con particolare riguardo al diritto di voto amministrativo e politico, al lavoro, all’istruzione, alla parificazione tra figli naturali e illegittimi, al divieto di ricerca della paternità, al divorzio. Ottenne una vittoria, primo passo verso la liberazione della donna, con la sua legge per riconoscere alla popolazione femminile il diritto di essere testimoni negli Atti civili, innanzitutto i testamenti, proteggendo così sotto l’aspetto patrimoniale le donne che rimanevano vedove.   scansione0032

, Rieti

, Piacenza, Anna Anselmi, Rappresentazioni del Dramma "Salvatore Morelli. Una Tragedia Italiana" di Emilia Sarogni, che l'Autrice ha tratto dal suo libro

, Ostuni, Maria Concetta Nacci, Dramma

, Brindisi, Pasquale Camposeo, Dramma

, Brindisi, Pasquale Camposeo, Dramma

, Brindisi, Dramma

, Foggia, Angela Picca, Recenzione

 

QUOTIDIANI E RIVISTE

concernenti il patriota, scrittore politico risorgimentale
Salvatore Morelli
protagonista del romanzo di Emilia Sarogni

 

"IL CONTRABBANDO DELLA VITA

PASSIONI E POLITICA NELL'ITALIA DEL RISORGIMENTO"

Daniela Piazza Editore

Torino 2010

Cliccare per leggere l’articolo o il trafiletto

 

, Brindisi

, Brindisi, Alessandra Caputo

, Viterbo, Quotidiano on line

, Brindisi, Pierluigi Potì

, Viterbo, Simona Mingollo

, Nola, Silvia Giordanino

, Piacenza, Anna Anselmi

, Piacenza, Renato Passerini

, Piacenza, Anna Anselmi

, Piacenza, Cristian Brusamonti

, Piacenza, Camilla Rossi

, Piacenza, Cristina Vangone

, Bologna

, Ancona

, Parma

, RAI 3, Corrado Augias

, intervista on-line, Piero Badalassi

, Torino

, Asti

, Torino, Carlo Francesco Conti

, Torino, Carlo Francesco Conti

“Il Golfo”, supplemento al “Roma”

“Corriere del Giorno di Puglia e Basilicata”

salvatore_morelli
CAROVIGNESE
salvatore_morelli